Giovedì, 24 Novembre 2016 10:00

Corso di Formazione, "Incontri esperienziali di facilitazione degli apprendimenti". Roma 24-25-26 novembre 2016

Diario della Formazione in collaborazione con CNOS FAP REGIONE LAZIO e KAMALEONTE, organizza un corso denominato incontri esperienziali di facilitazione degli apprendimenti, “conoscersi, leggere il contesto, gestire se stessi e i gruppi”, rivolto a persone che professionalmente gestiscono gruppi e facilitano percorsi educativi di crescita e sviluppo. 
 
Premessa
Il corso che prevede 3 incontri della durata di 18 ore complessive è particolarmente indicato per creare le condizioni necessarie al singolo educatore/formatore/facilitatore del terzo settore per lavorare in modo più consapevole sereno ed efficace con i gruppi. Le attività previste per il corso rappresentano una metafora della vita professionale e sono necessarie a far emergere in ognuno le potenzialità inespresse nel contesto lavorativo.
 
Obiettivi 
L’obiettivo principale della nostra proposta di apprendimento esperienziale è quella di incoraggiare la crescita personale e professionale creando le condizioni affinché ognuno possa:
  • Riconoscere i propri punti di miglioramento e valorizzare le proprie qualit.
  • Sviluppare modalità di comunicazione efficaci con i colleghi e con i gruppi che gestisce.
  • Acquisire maggiori strumenti metodologici per la gestione dei gruppi.
  • Elaborare nuove strategie di leadership per facilitare la gestione dei gruppi.
  • Sviluppare maggiori conoscenze necessarie alla lettura delle dinamiche di gruppo 
  • Integrare pratiche riflessive nei processi educativi/formativi  e di gestione di gruppi .
Il percorso formativo, che prevede un piano di sviluppo delle competenze individuali, tratterà trasversalmente le seguenti tematiche:
  • Imparare ad apprendere
  • L’ascolto generativo.
  • Creazione del contesto per l’apprendimento.
  • Gestione delle Diversità.
I Principi teorici inspiratori della nostra proposta formativa fanno riferimento a:
  • Howard Gardner: Intelligenze Multiple
  • Daniel Ofman: Core quality Quadrant
  • David Kolb: Experiential Learning Cycle
  • Hovelink :Group Dinamyc 
  • Otto Sharmer: Theory U
  • Via Experientia & Mark Taylor: Learning to Learn
L’approccio 
L’approccio formativo, che si inspira alle logiche e alle attività dell’Outdoor training, prevede il coinvolgimento fisico, emotivo e cognitivo in attività pensate per favorire esperienze di condivisione,  benessere, collaborazione e sviluppo professionale. Le attività che i partecipanti svolgeranno verranno proposte sottoforma di metafore, i momenti di riflessione de-briefing che seguiranno le attività rappresenteranno il punto di partenza per gli apprendimenti.
L’apprendimento  avverrà  attraverso il confronto tra i partecipanti stessi, la riflessione individuale il feed back dei trainer e dei colleghi.
Di seguito uno schema di David Kolb per illustrare  la metodologia utilizzata durante i nostri corsi. 
c
 

 

Strumenti per l’apprendimento
Oltre al facilitatore che avrà il ruolo di stimolare la motivazione ad apprendere di ogni partecipante al corso, ogni discente avrà a disposizione:
  • Un diario personale
  • Articoli e dispense
  • Una scheda di osservazione e auto-valutazione delle competenze utili per la propria attività professionale. Tale  scheda di valutazione sarà necessari per stimolare la consapevolezza dei propri punti forza e di miglioramento.
 
Programma del corso 
L’approccio esperienziale caratterizza tutte le fasi del percorso di apprendimento individuale e di gruppo. Gli apprendimenti e lo sviluppo saranno facilitati attraverso l’utilizzo di pratiche riflessive e confronti di gruppo. Le teorie di riferimento saranno accennate per dar valore alle esperienze vissute nel “qui e ora”.
La valutazione degli apprendimenti sarà svolta in maniera intersoggettiva. Il primo appuntamento è necessario a creare le basi per un percorso di apprendimento cooperativo e basato sulle esperienze di gruppo.
Le attività si svolgeranno dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00.
 
1- Incontro - giovedì 24 novembre
Introduzione e condivisione del programma.
Attività di conoscenza necessarie alla creazione della comunità di apprendimento.
Attività dinamiche. 
L’apprendimento esperienziale: Educare-formare-facilitare e gestire un gruppo.
Individuazione delle competenze necessaria al per lavorare in modo efficace con i gruppi. 
Elaborazione del modulo per l”assessment” delle competenze.
 
2- Incontro - venerdì 25 novembre 
Attività dinamiche di problem solving 
L’importanza della lettura dei contesti,dell’ascolto generativo e delle pratiche riflessive. 
Theory U di otto sharmer 
Assesment 
 
3 - Incontro - sabato 26 novembre
“Attività dinamiche” e sospensione del giudizio 
Core quality Quadrant. Ofman
Assesssment Valutazione dell’Esperienza 
 
Durante il periodo del progetto sarà offerta ai docenti la possibilità di usufruire di un coaching individuale. Il programma può subire cambiamenti in  base alle risposte e le esigenze del gruppo di apprendimento.
 
 
Docente 
Mario D’Agostino, opera nel settore dell’educazione non formale dal 1989 e dell’apprendimento esperienziale dal 2002. Dal 1999 al 2003 è stato vice Presidente dell’“Advisory Council” organo politico del dipartimento Educazione e Gioventu del Consiglio d'Europa. Dal 2003 fa parte del pool di formatori del Consiglio d’Europa e collabora come consulente pedagogico, formatore e facilitatore con diverse Istituzioni pubbliche e aziende private. Nel 2004 fonda il Kamaleonte www.kamaleonte.org   e nel 2009 l’International Academy of Experiential Education www.viaexperientia.net  specializzata nella formazione dei formatori esperienziali, in pratiche riflessive ed innovazione in ambito di educazione degli adulti. Attualmente, oltre ad essere il responsabile del Kamaleonte segue per lo stesso programmi di sviluppo, ricerca ed innovazione a livello internazionale. Tra i progetti attuali di ricerca e di sviluppo: 
Reflect : “riflessione nei processi dell’Apprendimento degli adulti” www.reflecting.eu 
Adventure Therapy: www.adventuretherapy.eu 
Leadership Autentica ed Inclusiva www.leadership-intelligence-diversity.eu 
 
 
Contributo: € 300,00 (€ 285,00 per i soci UNA Italia), comprensiva di materiale didattico, tessera socio UNA Italia, attestato di partecipazione.
 
Modalità di Pagamento:
  • In contanti il giorno stesso dell'evento.
  • Bonifico Bancario (obbligatorio inviare copia del Bonifico); Causale Nome e Cognome del partecipante e la voce da attribuire al pagamento del corso "Incontri esperienziali di facilitazione degli apprendimenti". Roma 24-25-26 novembre 2016. Beneficiario: Associazione UNA ITALIA - IBAN : IT93R0760103200001022966517
Modalità di iscrizione (obbligatoria): attraverso www.diariodellaformazione.it, compilando l'apposito form di iscrizione.  ISCRIZIONI APERTE FINO A MERCOLEDI' 23 NOVEMBRE 2016 ore 12.00.
 
Per i NON SOCI: fare richiesta di adesione all'associazione UNA ITALIA, contestualmente all'iscrizione all'evento, compilando il form che trovi  cliccando qui diventa socio.
 
N.B. Ai partecipanti regolarmente iscritti, verrà inviata una mail di conferma relativa alla ATTIVAZIONE del suddetto Laboratorio/Corso/Infoday, da  
In caso contrario, il Laboratorio/Corso/Infoday NON SARA' ATTIVATO.
 
Sede del Seminario: CNOS FAP Regione Lazio Via Umbertide, 11, 00181 Roma. Metropolitana linea A fermata Furio Camillo.
 
Contatti: