Lunedì, 09 Dicembre 2013 14:20

Formazione continua, pubblicate le regole per i Geologi e gli Agronomi

Sono stati pubblicati sul Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia i regolamenti per l’aggiornamento professionale e la Formazione Continua dei Geologi e dei dottori Agronomi e Forestali.

Geologi

Il regolamento prevede che ciascun iscritto all’Albo dei Geologi consegua almeno 50 crediti formativi ogni tre anni; saranno sufficienti 34 crediti, invece, qualora l’iscrizione avvenga nel corso del primo anno del triennio di riferimento, oppure 17 crediti qualora avvenga nel secondo.   Gli iscritti potranno aggiornarsi partecipando a Corsi, Seminari, Workshop e Convegni sulle materie oggetto della professione di geologo la cui frequenza darà diritto a 1 credito per ogni ora di lezione, risultante dall’attestato di partecipazione rilasciato dal soggetto organizzatore.   Una Circolare, predisposta dal Consiglio Nazionale dei Geologi (CNG), disciplina lo svolgimento delle attività formative, le procedure per l’accreditamento triennale presso il CNG e per il riconoscimento dei crediti.

Dottori Agronomi e Forestali

È di tre anni anche il periodo di formazione continua degli Agronomi e dei Forestali. Ai fini dell’assolvimento dell’obbligo, ogni iscritto deve conseguire nel triennio almeno 9 Crediti Formativo Professionali (CFP) di cui almeno 2 ogni anno.   Il regolamento precisa che ogni CFP equivale a 8 ore di attività formativa e che per il triennio 2014-2016 gli iscritti possono chiedere il riconoscimento delle attività svolte nel 2013 e dei relativi CFP.

Entro il 31 dicembre 2013, una delibera del Consiglio Nazionale dei dottori Agronomi e Forestali definirà i criteri per l’accreditamento delle Agenzie Formative che, insieme a Ordini territoriali e le Federazioni regionali, potranno svolgere lezioni e rilasciare attestati.

I regolamenti entrano in vigore il 1° gennaio 2014 e si aggiungono a quelli già pubblicati dagli Ingegneri e dagli Architetti per disciplinare la formazione continua obbligatoria, in attuazione dell’articolo 7 del Regolamento di riforma delle professioni (Dpr 137/2012).