Martedì, 27 Marzo 2018 14:33

Vuoi aprire un Blog? Ecco 10 trucchi da seguire

Aprire un Blog, Diario della Formazione Aprire un Blog, Diario della Formazione

Come aprire un Blog? Tutti vorrebbero utilizzare questo strumento potentissimo di comunicazione perché hanno un’idea: creare dei contenuti e guadagnare con l'advertising. Dillo senza remore, anche tu hai pensato a qualcosa del genere? Di seguito alcuni consigli “strategici” frutto della nostra esperienza.


1) Scegli un target preciso

Uno tra gli errori più frequenti che un blogger inesperto possa fare: quello di non scegliersi una target preciso a cui rivolgersi, ossia un gruppo specifico di persone che condividono passioni, interessi e fabbisogni simili. "Trovare il target" significa intercettare una domanda precisa a cui rispondere, una richiesta che accomuna un gruppo di persone e a cui tu sei in grado di far fronte offrendo le tue competenze. “Trovare il target” è utile per a) Per adeguarsi ai meccanismi della Rete b) Per diventare un punto di riferimento c) Per essere visibile su Google.


2) Non copiare

Quando si apre un blog a volte può accadere che lo si faccia perché oltre all’avere voglia di scrivere e di mettersi alla prova, siamo affascinati da influencer/blogger di successo. La cosa stimolante di un influencer/blogger è che può influenzare qualcun’altro ad intraprendere qualcosa di nuovo. Ma ciò non significa che lo si debba copiare “in toto”. Un blogger può tracciare ed indicare la via, noi non possiamo percorrerla allo stesso modo. È come con un prodotto, se vuoi battere il tuo competitor nella stessa nicchia, devi offrire qualcosa di meglio. OK prendere spunti, ma dopo è necessario sviluppare la tua creatività e trovare il tuo stile.

3) Vesti i panni del tuo lettore

Quando scrivi domandati se utilizzi un linguaggio troppo tecnico, il tuo potenziale pubblico potrebbe essere  interessato all’argomento, ma non tutti possono essere  degli esperti del settore. Quindi quando scrivi, pensa a loro, pensa al lettore che arriva per la prima volta sul tuo blog: Chiediti, ad esempio, gli articoli sono di facile lettura? Sono scritti in dialetto? Sono scritti correttamente? Contengono informazioni utili? Catturano abbastanza l’attenzione del lettore?
Ovviamente devi anche prendere in considerazione la struttura stessa del blog. Scegli un template di facile consultazione. Caratteri chiari e abbastanza grandi. Poni attenzione agli accostamenti cromatici alcuni colori possono rendere difficile la lettura dei tuoi articoli. La scelta migliore a mio modo di vedere è sempre quella di scrivere il testo in nero su uno sfondo bianco. Usa bene le tags, evita  di inserire file multimediali, foto e/o video, troppo pesanti che possono rallentare il download della pagina.

4) Inizia con le piattaforme di blogging gratuite

Per iniziare apri il tuo blog su una piattaforma gratuita: WordPress o Blogger possono fare al caso tuo. Blogger è di proprietà di Google ed è una una piattaforma di blogging gratuita. È agevole e intuitivo creare un blog utilizzando gli strumenti messi a disposizione da Blogger. Ricorda che Blogger resta una piattaforma limitata poichè non offre la possibilità di inserire delle funzioni aggiuntive, particolarmente utili quando avrai delle esigenze più specifiche.
La piattaforma WordPress è sempre gratuita, dove puoi scegliere due opzioni WordPress.com e WordPress.org
a) WordPress.com, è una versione che ospiterà il tuo sito sui suoi server, quindi non dovrai spendere nulla per iniziare. Va benissimo per principianti perché è semplice da utilizzare essendo tutto preimpostato dalla piattaforma stessa che ospiterà il tuo blog. Avrai però a disposizione un dominio di secondo livello, ovvero tuonome.wordpress.com.
b) WordPress.org invece è la versione professionale self hosted (self-hosted significa che hai uno spazio server  sul quale installi il tuo software wordpress che amministri direttamente ), è sempre una versione gratuita, ma per utilizzarla e creare il tuo blog, devi necessariamente acquistare un tuo dominio e un tuo spazio hosting (con un investimento di circa 50 € l’anno in totale) su cui poi puoi installare la piattaforma. Una volta installata avrai la possibilità di personalizzare il tuo sito e accedere alle migliori categorie di plugin e temi personalizzati, oltre ad avere un dominio di primo livello (tuonome.com/it).

5) Il “Contenuto è tutto” ma questo non basta


Chiunque senti (parliamo di influencer/blogger) ti dirà di fare attenzione a ciò che scrivi, come lo scrivi, di essere originale ecc. Ma pochi, ti diranno che potresti avere scritto il pezzo della tua vita, ma se non lo rendi facilmente leggibile e accattivante per i tuoi lettori, hai solo perso del tempo.
Se il pezzo non è scritto e formattato bene, con un font chiaro e leggibile, colori neutri, magari usando dei blockquotes (citazioni) o captions per sottolineare ed evidenziare passaggi chiave, dividendolo per blocchi di testo, accompagnandolo con una o più foto inerenti all’articolo, non attirerà molti lettori. La formattazione del testo infatti ti consente di dare ordine a quello che scrivi, aiuta il tuo lettore e ti permette di dare risalto ai concetti fondamentali che tu vuoi esprimere.

6) Fai diventare il tuo Blog Google-friendly

Sull’ottimizzazione di un blog per i motori di ricerca, ci sarebbe da scrivere un post da decine di pagine, se tu sei alle primissime armi, il miglior consiglio che ci sentiamo di darti è quello di leggerti queste guide gratuite offerte da Google:

Guida introduttiva di Google all’ottimizzazione per motori di ricerca (SEO)

Webmaster Guidelines – Best practices to help Google find, crawl, and index your site

Strumenti per i Webmaster, Hai bisogno di un SEO?

7) Parla di Te Stesso

Uno dei punti che ha inciso sul successo del blog è stato che mentre informi, devi raccontare di te stesso.
Non mi limitavo solo a scrivere ad esempio su come trovare una casa a Lisbona, ma in mezzo all’articolo raccontavo anche le mie disavventure con le varie stanze, case e affittuari portoghesi. Non informavo quindi solo dalla A alla Z come fare qualcosa, ma davo anche la mia personale recensione, uno spaccato di vita, una visione personale, un pensiero, veduta e così dicendo su quella data cosa.
Questo, provoca empatia, crea un filo conduttore con il lettore, anche se stai descrivendo un complicato teorema matematico nulla ti vieta di metterci un pizzico di umanità, di andare oltre il nero su bianco del tuo blog, rendendo tutto come se io e te fossimo qui ora seduti, parlando di come creare un blog di successo.


8) Via di Social

Un blog può vivere di passaparola, può farsi conoscere grazie ad un reciproco scambio di links o post, ma nulla è più potente di un fan-base (pagina Facebook o profilo Twitter)
Che piaccia o no gli amici Zuckerberg e Dorsey (rispettivamente i creatori di Facebook e Twitter) hanno creato strumenti che possono essere non solo d’intrattenimento ma anche molto, ma molto utili per farci conoscere e per diffondere il nostro Blog.
Aprire una pagina Facebook e Twitter dedicata al tuo blog è un’ottima mossa per raggiungere efficacemente ancora più utenti, ma soprattutto i social network ti permettono di instaurare un dialogo reale con i tuoi lettori, che non sono dei numeri, ma sono persone che decidono ti dedicarti del loro tempo (oggi è la risorsa più preziosa e scarsa), spendendo alcuni minuti della sua giornata a leggere quello che posti, ricordati sempre che sono loro a determinare il successo, dedicagli attenzione, coinvolgili attivamente e rispondi sempre ai loro commenti e alle loro richieste.

9) Non Parlare, Ascolta...

Molti sentono, ma non ascoltano, forse perché si concentrano sul loro pensiero, piuttosto sul significato delle parole altrui.
Ascoltare ci fa risparmiare un sacco di tempo, perché se è vero che il blog è tuo e ci fai e scrivi quello che vuoi, è anche vero che devi trovare il modo di soddisfare l’esigenze del tuo pubblico e quello che loro vogliono leggere.
Ascolta sempre quello che i lettori hanno da dire, anche quando ci sono di mezzo critiche da cui, se costruttive, si può imparare molto per riuscire a migliorare sempre.
Che tu ne abbia 100 oppure 10.000 lettori, trova sempre il tempo per ascoltarli, leggi e commenta quanto puoi, perché il tuo compito di blogger non finisce solo quando pubblichi un articolo sul tuo blog!

10) Non Essere Timido/a!

Prova ad offrirti di scrivere un guest post per altri Blog (della tua stessa nicchia di interesse) fagli delle domande, chiedi se puoi condividere i suoi contenuti sulla tua fan-page e magari contraccambiare il favore. Insomma provaci, perché come si dice domandare è lecito, rispondere è cortesia e non si sa mai che nascano delle nuove collaborazioni
Cura attentamente il tuo blog e vedrai che i frutti si vedranno.
Di tanto in tanto ti verrà voglia di guardare l’orticello verde del blogger tuo vicino, che sembra avere più successo e audience di te e tu ti affannerai per rendere il tuo blog appetibile. Ma ricorda è tutto relativo.Non guardare solo i numeri. Segui il tuo istinto e la tua passione verrà ripagata.

Letto 545 volte Ultima modifica il Giovedì, 05 Aprile 2018 14:31